Cosa puoi fare

Sostienici con una donazione

Aiuta un bambino malato di cancro.
Fai ora la tua donazione a Peter Pan.

Adotta una stanza

Il nostro Progetto più importante è garantire accoglienza gratuita 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, ai bambini malati di cancro. Le Adozioni consentono di coprire le spese di affitti, utenze e manutenzione.

Unisciti ad altri donatori con un importo a tua scelta e adotta una delle stanze di accoglienza della Grande Casa di Peter Pan. Lascia un messaggio per dare forza ai bambini guerrieri ospitati grazie a te.

Se invece vuoi fare una donazione compresa tra € 1.000 e € 16.000 puoi adottare personalmente o a nome della tua azienda uno o più ambienti della Grande Casa di Peter Pan.
Per l’intero periodo di adozione, all’esterno dell’ambiente adottato, metteremo una targa con il tuo nome o un logo.

Diventa un’Azienda Amica

Accogliamo gratuitamente tanti bambini malati di cancro anche grazie al sostegno di alcune aziende che decidono di sposare i nostri valori.

Anch'io sono Amico di Peter Pan

Puoi aderire e promuovere Peter Pan anche in occasione di Campagne speciali (ad esempio Natale e 5×1000) ed eventi di raccolta fondi che vengono organizzati annualmente per dire: ANCH’IO SONO AMICO DI PETER PAN!

Diventa Volontario

Vuoi fare volontariato a Roma con Peter Pan? Scopri come inviare la tua domanda

Per diventare volontario di Peter Pan serve aver compiuto la maggiore età e risiedere nella città di Roma. Inoltre è necessario capire se si è pronti e adatti a entrare in contatto con un contesto ad alto coinvolgimento emotivo e se si è disposti a lavorare su di sé, sulla propria capacità di ascolto, sulla disponibilità al lavoro d’equipe e sul sapersi relazionare con empatia.

Bomboniere solidali

Comunione, battesimo, matrimonio, laurea? Scegli le bomboniere solidali di Peter Pan, oggetti unici, confezionati con amore dalle nostre volontarie

Bomboniere solidali

Comunione, battesimo, matrimonio, laurea? Scegli le bomboniere solidali di Peter Pan, oggetti unici, confezionati con amore dalle nostre volontarie

Apri una raccolta fondi o una lista solidale

Vuoi attivarti in prima persona? Coinvolgere i tuoi amici in una gara di solidarietà? Oppure è in arrivo un matrimonio, un compleanno o un altro un evento speciale e vuoi aprire una lista donando ai bambini della Grande Casa i regali?

Apri una tua vera raccolta fondi direttamente sul nostro sito oppure compila il form di richiesta.

Organizza un evento solidale

Spettacolo teatrale? Serata danzante? Concerto o torneo di calcetto? Trasforma il tuo evento in un evento solidale.
Coinvolgi i tuoi parenti e amici. Noi ti forniremo materiale informativo, segnaleremo la tua iniziativa sul sito di Peter Pan e sui nostri canali social.

Compila il form per organizzare il tuo evento oppure contattaci.

Donazioni in Memoria

Ricorda una persona cara con una donazione in memoria.
Puoi ricordare una persona cara con un gesto concreto di solidarietà che permetterà a Peter Pan di accogliere gratuitamente tante famiglie con figli malati di cancro. Un pensiero a chi non c’è più che aiuterà a non arrendersi chi lotta per sconfiggere la malattia: i bambini e gli adolescenti guerrieri di Peter Pan.

Dona oppure apri una raccolta fondi in memoria di una persona cara oppure contattaci scrivendoci 

Partecipa ai progetti

Vuoi sostenere uno dei nostri progetti? Scopri quelli attivi che hanno bisogno ora del tuo aiuto.

Puoi scegliere di sostenere un progetto avviato da Peter Pan o dai nostri sostenitori o aprire tu una raccolta finalizzata ad un progetto specifico o al sostegno generale dell'associazione.

  1. 70 anni

    I have a dream. Per i miei 70 anni, ho il desiderio di ricevere come regalo, una donazione a favore della Casa di Peter Pan.
    • €0,00Raccolti
    • 16 GiorniAl termine

Destina il tuo 5×1000

Il 5×1000 è un’ottima scelta per aiutarci. Scopri come è facile donarlo a Peter Pan

Detrazioni Fiscali

Peter Pan ODV è un’organizzazione di volontariato costituita con atto pubblico che persegue esclusivamente fini di solidarietà sociale. Le donazioni a Peter Pan danno beneficio ad agevolazioni fiscali:

Le donazioni delle persone fisiche
R

sono detraibili dall’IRPEF nella misura del 35% dei valori erogati per un importo complessivo non superiore a 30.000 Euro in ciascun periodo di imposta;

R

sono deducibili dal reddito complessivo netto nei limiti del 10% del reddito complessivo dichiarato.

Le donazioni di Enti e Società
R

sono deducibili dal reddito complessivo netto nei limiti del 10% del reddito complessivo dichiarato

p

I versamenti, ai fini delle agevolazioni fiscali, dovranno essere effettuati esclusivamente utilizzando uno dei seguenti sistemi di pagamento: banca, ufficio postale, sistemi di pagamento previsti dall’art. 23 d. lgs. 241/1997 (carte di credito, assegni bancari e circolari). Le donazioni in contante non rientrano in alcuna agevolazione.

  • Sostengo Peter Pan perché è una realtà concreta e umana. Una carezza di conforto nei confronti di chi lotta ogni giorno contro la malattia, un sostegno per le famiglie di tanti piccoli super eroi. Il bene è una fonte inesauribile di vita


    Emma Marrone

  • L'isola è un sogno ma la Casa di Peter Pan è realtà


    Roberto Ciufoli

  • Io sono sempre stato con Peter Pan, anzi io sono Peter Pan, perché è l'unica associazione a cui mi sento di appartenere. Tutti i bambini, i volontari e le iniziative di Peter Pan voi che fate, non li sostenete? Io sarò sempre per Peter Pan!

    Charlie Gnocchi

  • Peter Pan per me è la sincerità, la voglia e la forza di amare senza chiedere nulla in cambio!


    Mietta

  • Peter Pan è un amico che incontri sul tuo cammino, illumina la notte mentre aspetta con te il sole splendente del mattino.


    Massimo Bagnato

  • Per me è una gioia immensa poter dare il mio piccolo contributo alla Grande Casa di Peter Pan, una realtà meravigliosa gestita da persone con un cuore grande che si adoperano con tanto amore per aiutare famiglie e bambini in difficoltà.


    Fabrizio Bosso

  • Per me sostenere Peter Pan è semplicemente un privilegio: aiutare le famiglie che attraversano il dolore della malattia di un loro bambino è un gesto di una caratura umana assoluta. Grazie per sempre.


    Pietro Sermonti

  • Io sto con Peter Pan perché supporta, sorregge e accompagna chi ne ha più bisogno nei momenti difficili e dolorosi come quelli che le famiglie dei piccoli pazienti oncologici devono affrontare quotidianamente. Senza strutture e associazioni come Peter Pan, composte da angeli volontari, la nostra società sarebbe perduta!


    Irene Ferri

  • Regalare un sorriso a un bimbo, a una mamma e a un papà, passa attraverso i nostri cuori e a quello grande degli amici di Peter Pan!


    Sebastiano Somma

  • Il bello di Peter Pan è che la malattia viene condivisa con persone che vivono lo stesso dolore superandolo più facilmente. L’esperienza ti unisce. Continuiamo a sentirci ancora tutti i giorni con le famiglie con le quali abbiamo convissuto nella Grande Casa: non ci lasceremo mai.


    Fabio

  • Peter Pan è stata la mia seconda casa, è stata la mia seconda famiglia e lo sarà sempre, anche se oggi sono ritornata qui in Sicilia, non smetterò mai di ringraziare l’Associazione, perché ho avuto l’onore di conoscere persone stupende e di entrare in una realtà che fino a quel momento non conoscevo.


    Deborah

  • Se tuo figlio si è ammalato di leucemia, tu ti ammali di Paura: di non farcela, di non essere in grado, di perderlo.

    Continuavo a chiedermi perché proprio a lui, perché a noi? Il primo a mettere piede a Peter Pan è stato mio marito e non ha avuto una bella impressione: tavolate, gente che scherzava, non riusciva a capire che cosa ci fosse da ridere. Lasciammo a nostro figlio la scelta se restare. Stefano si innamorò sin da subito della Casa di Peter Pan, ancora oggi la chiama “la mia casa di Roma”.


    Cinzia

  • Ci sono cose che succedono a Peter Pan che chi è fuori non può immaginare quanta gioia possano portare ad un bambino. Ad esempio quando mio figlio Alex ha realizzato le palline di Natale. Non riusciva a credere che sarebbero rimaste sull’albero della Casa. A Peter Pan non mi sono mai sentita straniera. Quello che succede qui compensa la mancanza di casa.


    Alina

  • Quando Lorenzo si è ammalato di cancro la nostra vita si è stravolta. Molli tutto: casa, lavoro, amici. Arrivi in ospedale, le visite, l’intervento, i lunghi ricoveri, fino al giorno delle dimissioni, dove ci annunciarono…”vi stanno aspettando alla casa di Peter Pan”. 

    All’inizio lì tutti ti sembrano estranei, ma piano piano li riscopri come amici. Persone con le quali piangi, ridi, litighi, ti diverti. Peter Pan diventa la tua famiglia.


    Manuela mamma di Lorenzo